Contenuto principale

Messaggio di avviso

voto domicilio

Il diritto di voto al domicilio

Dall'8 al 28 Marzo 2016 le persone che, per gravi malattie, dipendono da apparecchi elettromedicali e le persone con infermità tali da rendere impossibile l'allontanamento dalla propria abitazione possono presentare richiesta per effettuare il voto a domicilio. Le persone che, invece, soffrono di gravi deficit visivi o sono impossibilitate a usare le mani e non sono dunque in grado di votare autonomamente, possono chiedere di essere accompagnate in cabina elettorale da una persona di fiducia.

Possono usufruirne:
- le persone affette da gravi malattie che non possono allontanarsi dalla propria abitazione perché dipendono in modo continuativo e vitale da apparecchi elettromedicali (ad esempio respiratori automatici, macchine per la nutrizione artificiale)
- le persone con gravissime infermità, che non possono allontanarsi da casa, nemmeno usufruendo dei servizi di trasporto pubblico gratuiti, organizzati dal Comune per facilitare il raggiungimento dei seggi.

La richiesta per il voto a domicilio deve essere inviata al sindaco del Comune nelle cui liste elettorali si è iscritti, nel periodo compreso tra il quarantesimo e il ventesimo giorno antecedente la data delle votazioni: dunque, in questo caso, dall'8 al 28 Marzo 2016.
Si tratta di presentare una dichiarazione in carta libera, che deve contenere nome, cognome, luogo e data di nascita, indirizzo completo dell'abitazione e numero di telefono dell'elettore. Alla dichiarazione deve essere allegata una copia della tessera elettorale e un certificato medico rilasciato da un medico legale della A.T.S. Brianza(ex ASL di Lecco), da cui risulti l'infermità fisica (con prognosi di almeno 60 giorni dalla data di rilascio del certificato).

  pdf Scarica il manifesto (165 KB) dell'esercizio del diritto di voto al domicilio ( .pdf - 166 KB)

  pdf Scarica il modello (120 KB) da presentare agli Uffici Comunali ( .pdf - 121 KB)